l’Idrogastronomia e il CIT GALANTOM su “Il Sole 24 ore”

Uno dei più autorevoli quotidiani italiani ci parla di acque, idrogastronomia e ristoranti pionieri (e noi ci siamo)

L’articolo di sabato 26/09/2020 – Property of “Il Sole 24 Ore”

La versione online di oggi, sabato 26/09/2020, de “Il Sole 24 Ore” ha pubblico un articolo intitolato “Acqua, un sorso di benessere da intenditori”.

La giornalista Maria Teresa Manuelli ci parla dell’importanza di conoscere le acque e, del corso per diventare Idrosommelier.
Nella sezione “Acque protagoniste anche al ristorante”, la giornalista, che ringraziamo, dice:

“(…)Anche al Cit Galantom di Monasterolo di Cafasse (To) si possono degustare acque da tutto il mondo, come la “BLK” proveniente dagli Usa, unica acqua a essere naturalmente di color nero e dal gusto vulcanico, la “Fillico” dal Giappone, caratterizzata dal packaging raffinato, con tappo in oro e diamanti incastonati sulla bottiglia, oppure la lombarda “Solé-Arte” dalla bollicina piccola e digestiva. (…)”

Maria Teresa Manuelli – Il Sole 24 Ore

Vivi anche tu l’esperienza del Cit Galantom!

SOLO SU PRENOTAZIONE.
Prenota ora!

NOVITÀ: Riserva l’intero ristorante

Per garantirvi una maggiore sicurezza e tranquillità, è possibile riservare l’intera sala e l’intero ristorante, anche con un solo tavolo.

Immagine scattata prima del d.p.c.m. del 09/03/2020

Se stai cercando un ristorante a Cafasse vicino a Torino con sala riservata, ora sai dove puoi trovarlo!
Per maggiori informazioni e conoscere le condizioni tel. 389/789.49.31

SOLO SU PRENOTAZIONE.
Prenota ora!

Riapertura Cit Galantom | 01/07/2020

Non vedevamo l’ora di riabbracciarvi (in sicurezza): da mercoledì 1/07/20 Dario e Tiziana vi aspettano al Cit Galantom!

Con sincera emozione siamo lieti di comunicarvi che mercoledì 01 luglio 2020 il Ristorante “Cit Galantom” riaprirà dopo il periodo di chiusura causa COVID-19.

Ci è mancato davvero tanto potervi coccolare con i nostri piatti, viziare con i nostri vini e stupire con le nostre acque, ma finalmente siamo pronti ad accogliervi nuovamente, rispettando le norme di sicurezza, perché mai come oggi, abbiamo bisogno di dedicare del tempo per noi, lontano dalle quotidiane preoccupazioni.

NOVITÀ: É possibile riservare l’intera sala

Immagine scattata prima del d.p.c.m. del 09/03/2020

Per garantirvi una maggiore sicurezza e tranquillità, è possibile riservare l’intera sala e l’intero ristorante, anche con un solo tavolo.
Se stai cercando un ristorante provincia Torino con sala riservata, ora sai dove puoi trovarlo!
Per maggiori informazioni e conoscere le condizioni tel. 389/789.49.31

Tutto cambia, nulla cambia

A parte le nuove norme sul contenimento del nuovo Coronavirus, vi aspettiamo come sempre in via G. Garibaldi 20, Monasterolo di Cafasse (TO) con i nostri menù degustazione sempre diversi, in base alle migliori materie prime del momento e in base alla fantasia e l’estro della nostra cheffa.

SOLO SU PRENOTAZIONE.
Prenota ora!

Dario e cheffa Tiziana vi ringraziano per la comprensione e vi aspettano, in tutta sicurezza, nel loro ristorante a Monasterolo di Cafasse, Torino.

Per prenotazioni e maggiori info tel. 389/789.49.31

Alla scoperta di Monasterolo: Dovilio Brero

Alla scoperta di Monasterolo di Cafasse

Dovilio Brero

Il ristorante Cit Galantom si trova nella bassa valle di Lanzo, a 15 minuti dalla tangenziale, più precisamente a Monasterolo di Cafasse.

Questa frazione del comune di Cafasse, oltre a essere la location del nostro ristorante, è famosa per un artista di fama internazionale: Dovilio Brero.

Dovilio è stato un grandissimo pittore e scultore, conosciuto in tutto il mondo. Dovilio è sempre rimasto molto legato alla sua Monasterolo di Cafasse, tanto da omaggiarla nel 1991 con una meravigliosa pala d’altare La Pentecoste situata nella cappella della nostra frazione dedicata a San Rocco.

In questi giorni, dal 20 al 28 ottobre 2018, presso la Cappella di S. Rocco a Monasterolo di Cafasse (TO), si tiene una mostra fotografica di opere insolite, che ripercorre la vita e il legame di Dovilio con il suo paese.
Realizzazioni fotografiche di Fabio Tarticchio.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Qui il link per l’evento su Facebook dedicato alla mostra, organizzata da Sabina Brero.

Vi aspettiamo a Monasterolo di Cafasse, prima alla mostra, poi al Cit Galantom!


Una breve biografia di Dovilio, dal sito www.dovilio.com “Dopo le esperienze negli Stati Uniti, Dovilio comincia a lavorare alle scomposizioni e alle frammentazioni dei suoi oli e delle tavole su cui dipinge, ad esempio La Pentecoste (1991), il suo Autoritratto (1987/88), Icaro e il Minotauro (1994). Sempre scomposizioni sono: Plexiglas del 1995, titolati Mappe di Dedalo. Nel 1996 comincia a chiudere parzialmente nelle casse i dipinti e le opere, sino all’occultazione totale del 1997. Nel 1998 inventa i muri che celeranno le sue opere, definitivamente.”

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: